2019.06.03 – CONTINI ALESSANDRO – RDN – 2019530101128

Oggetto: CERTIFICATO DI REGISTRO – RIGETTO DI NOTIFICA.

Si attesta che in data 30/05/2019, Alessandro Contini, nato/a il 25/09/1981, persona di nazionalità e cittadinana Veneta, ha formalizzato la registrazione del rigetto di notifica presso il Governo Veneto Provisorio costituito dal Movimento di Liberasione Nasionale del Popolo Veneto (MLNV) ai sensi e per gli effetti dell'art.96.3 del Primo Protocollo addizionale (1977) alle convenzioni di Ginevra del 1949.
La persona interessata ha chiesto la pubblicazione del presente atto a mezzo ALBO UFFICIALE del Governo Veneto Provvisorio con valore di notificazione e l’iscrizione a ruolo giudiziario dei responsabili dell'emissione dell'atto e della successiva notifica o del suo tentativo.
A tale rigetto di notifica il sistema informatico ha attribuito automaticamente il seguente codice unico: 2019530101128 

ATTO RIGETTATO
data dell'atto rigettato: 25/04/2019
contrassegnato da nr./codice: V/90855353X/2019 (prot. n. 4912149/0)
emesso da: Polizia locale Comune di Venezia
a firma di: Gianluca GIUGE
la cui notifica è stata eseguita o tentata a mezzo: servizio postale
in data: 25/04/2019

breve descrizione:
– Visti i Decreti Legge n. 386 del 1991 e n. 332 del 1994 atti per il completamento alla trasformazione della Repubblica italiana in azienda
– Vista la formale denuncia denominata DECLARATION ON FACTS e relativa chiusura e pignoramento della Repubblica Italiana con riferimento e per causa UCC DOC. #2012127914 e UCC DOC. #2013032035, mai confutata dall’attuale ITALY REPUBLIC entro il termine previsto così da diventare Legge Internazionale con piena validità giuridica in tutto il pianeta.
– Visto che la sedicente Repubblica Italiana un tempo sovrana, dal 1934 è CORPORATION con denominazione “ITALY REPUBLIC OF CIK#: 0000052782” (d’ora in avanti I.R.) regolarmente registrata su www.sec.gov quale corporation di tipo governativo (quindi una semplice azienda privata di qualsiasi sovranità).
– Visto che, grazie alla registrazione della I.R. al S.E.C. (Securities Exchange Commission) essa deve sottostare e rispettare le leggi e le regole internazionali della Uniform Commercial Code.
– Vista la totale e assoluta inosservanza e trasgressione da parte della I.R. della DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI ratificata dalla stessa I.R. ponendo in stato di schiavitù gli Esseri Umani e per questo pignorata.
– Visto che il COMANDO DI POLIZIA LOCALE VENEZIA essendo subordinato alla I.R. opera per conto di una azienda privata ed è esso stesso un’azienda privata.
– Visto ciò che voi definite “verbale” (essendo fatto da un dipendente di un Distretto di Polizia a sua volta dipendente di un’azienda privata) è in realtà un contratto o proposta di contratto.
– Essendo il vostro “verbale” n° V/90855353X/2019 (prot.4912149/0) del 25/04/2019, in realtà un contratto in cui il Proponente è il “COMANDO DI POLIZIA LOCALE VENEZIA” il cui sottoscrivente è il commissario GIANLUCA GIUGE ed il Rispondente la finzione giuridica creata dalla I.R. in data 25/09/1981 senza il mio consenso ALESSANDRO CONTINI, di cui sono amministratore in qualità di Legale Rappresentante (Prot. nr. 32925 del 23/07/2018– Comune di Castelfranco Veneto), il quale NON ha sottoscritto e non ha accettato il contratto come da art. 1333 c.c.
– Tenuto conto che il Governo Italiano anche se “de facto” esiste ancora perché i rappresentanti delle ex istituzioni fanno finta di nulla confidando nell’ignoranza di tutti i cittadini compresi i loro subordinati, “de jure” non esiste più, quindi privo, nullo e senza valore.
– Visto il documento nr. WA DC UCC Doc# 2012113593 depositato in Uniform Commercial Code, mai confutato entro i termini di legge e quindi diventato Legge Internazionale con piena validità giuridica in tutto il pianeta il quale recita: “Qualora un qualsiasi individuo perseveri nel perseguire eventuali azioni per conto di una Banca pignorata o di ‘Governo’ pignorato, causando ad un altro e qualsiasi individuo ogni danno ipotizzabile come qui descritto, egli è a titolo personale e senza alcuna pregiudiziale assolutamente responsabile dei suoi atti”.
– Visto il difetto assoluto di presunta giurisdizione della I.R. nelle province venete come da d.l.g. 212 del 12/12/2010 con abrogazione del Regio Decreto 3300 del 04/11/1866 e della legge 3841 del 18/07/1867 riguardanti l’annessione delle province venete e della Venezia all’ Italia, riconosciuto dall’ ONU.
– Visto che il sottoscritto è registrato all'anagrafe Veneta con codice Univoco n. 201952415241 e quindi sotto l'egida del Governo Provvisorio Veneto,
I O
Alessandro Contini, in qualità di Legale rappresentante dell’Essere Umano, persona umana, individuo e soggetto di diritto universale, prot. Nr. 32925 del 23/07/2018, conosciuto come alessandro della dinastia contini e amministratore del TRUST creato senza il mio consenso alla mia nascita dalla I.R. e da essa definito come Trust o Finzione Giuridica CONTINI ALESSANDRO, prot. Nr. 9254 del 28/02/2017,

RIGETTO QUESTA OFFERTA DI CONTRATTO E NEGO IL CONSENSO AL PRESENTE PROCEDIMENTO.
SENZA PREGIUDIZIO UCC 1-308.
NEGO L’AUTORIZZAZIONE AL TRATTAMENTO DEI MIEI DATI PERSONALI UCC 1-103
DICHIARO INOLTRE DI NON RICONOSCERE TUTTE QUESTE ISTITUZIONI ITALIANE VESSATORIE, IN QUANTO SONO IN DIFETTO ASSOLUTO DI GIURISDIZIONE.

La Segreteria di Stato in data 30/05/2019

 

Print Friendly, PDF & Email