2020.04.12 – CELOT BENEDETTO – SPN – 111422175334

Oggetto: 2020.04.12 – CELOT BENEDETTO – SPN – 111422175334


DENUNCIANTE
Nome: BENEDETTO
Cognome: CELOT
codice unico: 20170913141401
sesso: M
paternità: CELOT
maternità: DAL TIN
data di nascita: 17 gennaio 1976
Distretto di nascita (ex comune): CONEGLIANO
Contea di nascita (ex provincia o stato estero): TREVISO
indirizzo di residenza: VIA GALANTI 10
Distretto di residenza (ex comune): VILLORBA
Contea di residenza (ex provincia): TREVISO
E-mail: benedetto.celot@gmail.com
Telefono: 3
Eventuale fax: [FAX]
in qualità di: PARTE LESA

CIRCOSTANZE
data iniziale del fatto segnalato:10 aprile 2020 ore 19:00 circa
luogo iniziale del fatto segnalato:VILLORBA fraz. CARITA’ piazza umberto I°
soggetti ritenuti responsabili:AUTORITA ITALIANE O PRESUNTE TALI
Precisazione:QUATTRO AGENTI (3 UOMINI E 1 DONNA) DELLA POLIZIA LOCALE DI VILLORBA

DENUNCIA QUANTO SEGUE
IN DATA VENERDI’ 10 APRILE 2020 VERSO LE ORE 19:00, MENTRE MI TROVAVO ALLA GUIDA DELLA MIA AUTOVETTURA, SONO STATO FERMATO DALLA FORZA DI ACCUPAZIONE STRANIERA “POLIZIA LOCALE DEL COMUNE ITALIANO DI VILLORBA”, IN PIAZZA UMBERTO I° NELLA FRAZIONE DI CARTA’ DI VILLORBA.

GLI AGENTI PRESENTI ERANO QUATTRO. NONSTANTE I LORO VOLTI FOSSERO TRAVISATI DA VARI ACCESSORI, MASCHERINE, OCCHIALI DA SOLE, CAPPELLI, HO BEN IMPRESSO NELLA MIA MENTE LE LORO ESPRESSIONI E I LORO TRATTI FISICI, TANTO DA POTERLI RICONOSCERE IN QUALSIASI MOMENTO, ELENCANDO NELLA PRESENTE DENUNCIA I TRATTI FONDAMENTALI PER CIASCUNO DI ESSI, SOTTOLINEANDO CHE I QUATTRO SI SONO RIFIUTATI DI FORNIRMI PER INTERO LE LORO GENERALITA’, INDICANDO NEL VERBALE SOLO IL LORO COGNOME ( sostengo che loro stessi abbiano prodotto un verbale nullo per aver omesso parte dei loro dati personali )
NEL VERBALE GLI AGENTI SI SONO IDENTIFICATI COME SEGUE: SCOTTON P. – CRIVELLIN – GRECO – ZAPPAROLI (suppongo possa essere ZAPPAROLI perché mal riportato)

DESCRIZIONE DEI QUATTRO AGENTI ITALIANI:
il più alto in grado agente 1
UOMO, MAGRO, STATURA MEDIA, CON BARBA E CAPPELLI SCURI (nonostante viso travisato da ampia mascherina verde chiaro, cappello e occhiali da sole)
agente 2
UOMO, STATURA MEDIO/ALTA CON CAPELLI BRIZZOLATI / BIANCHI
agente 3
DONNA, CON CAPELLI SCURI, STATURA BASSA E CORPORATURA ROBUSTA
agente 4
UOMO, STATURA MEDIO/BASSA, CAPELLI BRIZZOLATI / BIANCHI
targa auto agenti
veicolo fiat doblò AY486AM

SVOLGIMENTO DEI FATTI:

PREMETTO CHE TUTTI E QUATTRO GLI AGENTI SI SONO COMPORTATI CON TONI ARROGANTI E MINACCIOSI, IGNORANDOMI QUANDO CHIEDEVO CHE FOSSERO MESSE PER ISCRITTO CORRETTAMENTE LE MIE DICHIARAZIONI, COSA CHE HANNO OMESSO DI FARE, DECIDENDO IN MANIERA ARBITRARIA I TERMINI DA INSERIRE NEL VERBALE SENZA CHE POTESSI REPLICARE.

NEL MOMENTO IN CUI MI HANNO FERMATO, L’AGENTE 2 E L’AGENTE 4, MI HANNO CHIESTO DI AVERE I DOCUMENTI. IO HO SUBITO PALESATO LORO DI ESSERE CITTADINO VENETO DI NAZIONALITA’ VENETA, CONTESTANDO LORO IL “DIFETTO ASSOLUTO DI GIURISDIZIONE ALL’INTERNO DEI TERRITORI DELLA REPUBBLICA DI VENEZIA”. L’AGENTE 3 MI HA CHIESTO SE FOSSI ITALIANO E IO HO RISPOSTO “NON SONO ITALIANO”, RIBADENDO, COME SOPRA, QUANTO AVEVO GIA’ ESPOSTO POCO PRIMA AI SUOI COLLEGHI. A QUEL PUNTO L’AGENTE 2 HA MINACCIATO DI CHIAMARE I CARABINIERI PER FARMI ARRESTARE, TUTTO CIO’ AGGRAVATO DAL FATTO CHE IO HO COMUNQUE ESIBITO LORO I DOCUMENTI RICHIESTI ( OVVERO PATENTE E CARTA DI CIRCOLAZIONE ). SUBITO DOPO L’AGENTE 2, HA CHIAMATO IN SUO AIUTO L’AGENTE 1, OVVERO IL PIU’ ALTO IN GRADO ( DUE STELLE) IN QUANTO DA QUEL MOMENTO E’ DIVENUTO PRATICAMENTE L’UNICO INTERLOCUTORE. HO RIPETUTO ALL’AGENTE 1 QUANTO ESPOSTO AI SUOI COLLEGHI, IL QUALE MI HA SUBITO STOPPATO DICENDO CHE “IN QUESTI TERRITORI CONTA SOLO L’ITALIA”, UMILIANDO, SMINUENDO E SMENTENDO DI FATTO LE UNICHE AUTORITA’ LEGALMENTE COSTITUITE ALL’INTERNO DEI TERRITORI DELLA REPUBBLICA DI VENEZIA, OVVERO IL MOVIMENTO DI LIBERAZIONE NAZIONALE DEL POPOLO VENTO E IL GOVERNO VENETO PROVVISORIO. SUBITO DOPO SI E’ RIVOLTO A ME CON TONI RAZZISTI E INTIMIDATORI, MINACCIANDOMI DI FARMI PORTARE VIA PER UN “TSO”.

MI HANNO FORMALIZZATO E CONSEGNATO UN VERBALE CHE NON HO FIRMATO, IN QUANTO DA ME RIGETTATO “AB ORIGINE” PER DIFETTO ASSOLUTO DI GIURISDIZIONE.

PRECISO CHE NELLA SEZIONE DEL LORO VERBALE IN CUI RIPORTARE LE MIE DICHIARAZIONI, HANNO VOLONTARIAMENTE SOSTITUITO LE MIE STESSE DICHIARAZIONI CON VOCABOLI ARBITRARIAMENTE DECISI DA LORO, NELLO SPECIFICO,

HO CHIESTO CHE FOSSE INSERITO QUANTO SEGUE:
– SONO CITTADINO VENETO DI NAZIONALITA’ VENETA AUTODETERMINATO SOTTO L’EGIDA DEL “MLNV” E “GVP”, ISTITUITO AI SENSI E PER GLI EFFETTI DELL’ARTICOLO 96.3 DEL PRIMO PROTOCOLLO ADDIZIONALE DI GINEVRA (1977) ALLE CONVENZIONI DI GINEVRA DEL 1949.
– CONTESTO I DIFETTO IL DIFETTO ASSOLUTO DI GIURISDIZIONE

ARBITRARIAMENTE HANNO SCRITTO QUANTO SEGUE:
– SONO CITTADINO DELLO STATO VENETO E SONO LIBERO DI CIRCOLARE
– CONTESTO DIFETTO ASSOLUTO (visibile), mentre i termini “DI GIURISDIZIONE” LI HANNO SOVRAPPOSTI A UN CODICE IBAN PRESTAMPATO CHE SI TROVAVA SUL VERBALE

A QUESTO PUNTO HO CHIESTO ALL’AGENTE 1 CHE FOSSERO RESI VISIBILI I TERMINI “DI GIURISDIZIONE” SUBITO DOPO IL TERMINE “ASSOLUTO”.
LA RISPOSTA DELL’AGENTE 1 E’ STATA TESTUALMENTE DI “SMAMMARE ALLA SVELTA PERCHE’ GIA’ MI ERA ANDATA FIN TROPPO BENE” … secondo lui
—————————————————————————————————————————————
CHIEDO ALLA DIVISIONE INVESTIGATIVA DELLA POLISIA NASIONALE VENETA DI INDIVIDUARE E CATTURARE I RESPONSABILI DI TALI REATI / DELITTI
Per i fatti suesposti si chiede la registrazione a ruolo giudiziario dei responsabili se ne sussistono le ragioni.
BENEDETTO CELOT

REPUBLICA VENETA MOVIMENTO DE LIBERASIONE NASIONALE DEL POPOLO VENETO GOVERNO VENETO PROVISORIO

La presente comunicazione (contrassegnata dal codice 111422175334) è pervenuta a seguito dalla compilazione del modulo on-line, predisposto dal Proveditorato Generale de la Polisia Nasionale Veneta del Governo Veneto Provisorio.

REPUBLICA VENETA MOVIMENTO DE LIBERASIONE NASIONALE DEL POPOLO VENETO GOVERNO VENETO PROVISORIO

 

Print Friendly, PDF & Email